Concorso Istituto Nazionale Per L'assicurazione Contro Gli Infortuni Sul Lavoro

Concorso pubblico, per esami, per la copertura di trentadue posti di professionista I livello, a tempo pieno ed indeterminato, per la consulenza tecnica per l'accertamento rischi e prevenzione.

Regione: Lazio
Provincia: Roma
Comune:
Posti a Concorso: 32
Fonte: Gazzetta Ufficiale - "Concorsi ed esami" num. 33 del 26/04/2022
Scadenza Concorso: 26/05/2022

Bando Completo

È indetto concorso pubblico, per esami, per la copertura di
trentadue posti presso la consulenza tecnica per l'accertamento
rischi e prevenzione, nel ruolo dei professionisti, primo livello di
professionalità, di cui al contratto collettivo nazionale di lavoro
dell'area funzioni centrali, da assumere a tempo pieno ed
indeterminato.
Per l'ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di uno degli Stati
membri dell'Unione europea. Possono altresi' partecipare i familiari
dei cittadini degli Stati membri dell'Unione europea non aventi la
cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di
soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero i cittadini
di Paesi Terzi, che siano titolari del permesso di soggiorno CE per
soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di
rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria;
b) godimento dei diritti civili e politici. I cittadini degli
Stati dell'Unione europea devono ugualmente godere dei diritti civili
e politici nel proprio Stato di appartenenza;
c) idoneità fisica all'impiego;
d) non aver riportato condanne penali che impediscano, ai sensi
delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione di un rapporto
di lavoro con le pubbliche amministrazioni e non avere procedimenti
penali in corso;
e) non essere stato destituito dai pubblici uffici;
f) non essere stato dispensato dall'impiego presso una pubblica
amministrazione per persistente ed insufficiente rendimento ovvero
decaduto da un impiego statale per averlo conseguito mediante la
produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
g) posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari,
qualora soggetto agli obblighi di leva;
h) laurea magistrale (LM) in:
Biologia (LM-06);
Fisica (LM-17);
Ingegneria aerospaziale e astronautica (LM-20);
Ingegneria biomedica (LM-21);
Ingegneria chimica (LM-22);
Ingegneria civile (LM-23);
Ingegneria dei sistemi edilizi (LM-24);
Ingegneria dell'automazione (LM-25);
Ingegneria della sicurezza (LM-26);
Ingegneria delle telecomunicazioni (LM-27);
Ingegneria elettrica (LM-28);
Ingegneria elettronica (LM-29);
Ingegneria energetica e nucleare (LM-30);
Ingegneria gestionale (LM-31);
Ingegneria informatica (LM-32);
Ingegneria meccanica (LM-33);
Ingegneria navale (LM-34);
Ingegneria dell'ambiente e del territorio (LM-35);
Scienze chimiche (LM-54);
Scienze e tecnologie agrarie (LM-69);
Scienze e tecnologie della chimica industriale (LM-71);
Scienze e tecnologie geologiche (LM-74);
Scienze zootecniche e tecnologie animali (LM-86);
ovvero laurea specialistica (LS) equiparata ad una delle
suddette classi di lauree magistrali;
ovvero diploma di laurea (DL) vecchio ordinamento equiparato ad
una delle suddette classi di lauree magistrali;
conseguita presso una università o altro istituto universitario
statale o legalmente riconosciuto.
Sono ammessi alla partecipazione alla predetta procedura
concorsuale anche coloro che abbiano conseguito un titolo di studio
all'estero. In tal caso, è richiesta la dichiarazione di equivalenza
ai sensi dall'art. 38 del decreto legislativo n. 165/2001; la
relativa modulistica è disponibile sul sito web del Dipartimento
della funzione pubblica. Il candidato che non sia ancora in possesso
del provvedimento di equivalenza sarà ammesso alla procedura
concorsuale con riserva specifica, purchè sia stata attivata la
procedura di cui al citato art. 38, fermo restando che l'equivalenza
del titolo di studio dovrà obbligatoriamente essere presentata prima
della stipula del contratto;
i) conoscenza della lingua italiana (solo per i cittadini
stranieri) da valutarsi in sede di colloquio.
Il candidato dovrà compilare e inviare la domanda di ammissione
al concorso per via telematica, utilizzando l'applicazione
informatica presente sul sito istituzionale INAIL, all'indirizzo:
www.inail.it mediante l'utilizzo di SPID (Sistema pubblico di
identità digitale) oppure CNS (Carta nazionale dei servizi) oppure
CIE (Carta d'identità elettronica).
Non è ammessa altra forma di compilazione e di invio della
domanda di partecipazione al concorso.
Le attività di compilazione e di invio telematico delle domande
potranno essere effettuate dalle ore 8,00 del 27 aprile 2022 fino
alle ore 17,00 del 26 maggio 2022.
L'Istituto - nel caso in cui dovesse pervenire un numero di
domande superiore a cinque volte il numero dei posti a concorso -
farà precedere le prove d'esame da una fase di valutazione dei
titoli, secondo la disciplina dell'art. 8 del bando. Tale prova
preselettiva è finalizzata ad ammettere alla prova scritta un numero
di candidati non superiore a detto limite. Saranno, comunque, ammessi
alla prova scritta tutti i candidati che avranno conseguito il
medesimo punteggio acquisito dall'ultimo candidato ammesso in base al
criterio di cui sopra.
Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre
alla formazione del voto finale di merito.
Le prove di esame del concorso, tese ad accertare il grado di
professionalità necessaria per lo svolgimento dei compiti assegnati,
si articolano in una prova scritta e in una prova orale.
La prova scritta consisterà nella somministrazione di quesiti a
risposta multipla e avrà ad oggetto argomenti afferenti alle
seguenti aree di materie:
legislazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
metodi e tecniche di valutazione dei rischi per la salute e la
sicurezza sul lavoro;
gestione del rischio da interferenze (DUVRI);
igiene industriale;
gestione delle emergenze;
gestione dei rischi nei cantieri temporanei e mobili;
l'informazione e la formazione in materia di salute e sicurezza
sul lavoro;
i dispositivi di protezione individuale: regolamento DPI,
criteri di scelta, impiego, gestione, manutenzione;
cenni di legislazione in materia di tutela del lavoro, della
maternità, del lavoro notturno;
rischi connessi allo stress lavoro correlato, alle differenze
di genere, all'età, alla provenienza da altri Paesi e quelli
connessi alla specifica tipologia contrattuale attraverso cui viene
resa la prestazione di lavoro;
caratteristiche degli ambienti di lavoro;
sicurezza di attrezzature, macchine e impianti comprese quelle
soggette alle direttive PED ed ATEX;
valutazione dei rischi e misure di prevenzione e protezione
relative a:
rischio incendio, esplosione, elettrico, illuminazione,
videoterminali;
rischi fisici, chimici e biologici;
rischio da agenti cancerogeni, con particolare riferimento a
silice e amianto;
rischio di caduta dall'alto;
rischi posturali, da movimentazione manuale dei carichi e da
sforzi ripetuti;
microclima;
elementi di ergonomia;
cenni di classificazione degli infortuni e delle malattie
professionali;
sistemi di normazione tecnica, accreditamento e certificazione;
elementi di gestione sistemica delle organizzazioni (qualità -
norme della serie UNI EN ISO 9000, ambiente - norme della serie UNI
EN ISO 14000);
sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (Linee
guida Uni-INAIL e UNI ISO 45001);
responsabilità amministrativa delle imprese e modelli
organizzativi e gestionali;
legislazione in materia di assicurazione contro gli infortuni e
le malattie professionali.
La prova orale verterà sulle materie oggetto della prova
scritta.
Nel corso della predetta prova potranno essere discussi anche
casi pratici, al fine di accertare le conoscenze tecniche, la
capacità espositiva, la capacità di cogliere le interrelazioni tra
gli argomenti, la capacità di giudizio critico, tenuto conto
dell'elevata specializzazione tecnica richiesta dal profilo
professionale oggetto di reclutamento.
Nell'ambito della prova orale sarà, altresi', accertata la
conoscenza della lingua inglese, con particolare riferimento alle
competenze linguistiche in ambito tecnico e di tutela della salute e
della sicurezza sul lavoro, nonchè la conoscenza dell'uso delle
apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse.
Il bando integrale è pubblicato sul sito istituzionale INAIL,
all'indirizzo: www.inail.it