Bando completo del concorso Universita' Di Camerino

UNIVERSITA' DI CAMERINO

Nomina della commissione giudicatrice della procedura di selezione per la copertura di un posto di ricercatore a tempo determinato, settore concorsuale 07/H2 - Patologia veterinaria e ispezione degli alimenti di origine animale, per la Scuola di bioscienze e medicina veterinaria.

Posti a Concorso: 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4° Serie speciale "Concorsi ed esami" num. 2 del 08/01/2019
Scadenza Concorso: 00/00/0000

IL RETTORE

Vista la legge 9 maggio 1989 n. 168, in particolare l'art. 6, che
ha dato attuazione al principio costituzionale dell'autonomia
universitaria, prevedendo il riconoscimento dell'autonomia didattica,
scientifica, organizzativa, finanziaria e contabile degli atenei;
Vista la legge 7 agosto 1990 n. 241 e successive modificazioni ed
integrazioni, concernente le norme sull'accesso ai documenti
amministrativi;
Visti i decreti ministeriali del 26 febbraio 1999 e del 4 maggio
1999, rispettivamente di individuazione e di rideterminazione dei
settori scientifico-disciplinari degli insegnamenti universitari, poi
ulteriormente modificati con il decreto ministeriale 4 ottobre 2000;
Vista la sottoscrizione da parte dell'Università degli studi di
Camerino, nel luglio 2005, della Carta Europea dei ricercatori e del
codice di condotta per l'assunzione dei ricercatori;
Vista la legge n. 240 del 30 dicembre 2010, recante «Norme in
materia di organizzazione delle università, di personale accademico
e reclutamento, nonchè delega al Governo per incentivare la qualità
e l'efficienza del sistema universitario», in particolare l'art. 24,
in materia di ricercatori a tempo determinato;
Visto il decreto ministeriale 24 maggio 2011 n. 242, con il quale
sono stati definiti i criteri per la valutazione delle attività
didattiche e di ricerca svolte dai titolari dei contratti di cui
all'art. 24, comma 3, lettera a) della legge 30 dicembre 2010 n. 240,
prevedendo anche la procedura di proroga della suddetta tipologia di
contratti;
Visto il decreto ministeriale 25 maggio 2011 n. 243, con il quale
sono stati definiti i criteri e i parametri, anche in ambito
internazionale, per la valutazione preliminare dei candidati
destinatari dei contratti, di cui all'art. 24 della legge n.
240/2010;
Richiamato lo statuto dell'Università degli studi di Camerino
emanato con decreto rettorale n. 194 del 30 luglio 2012, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - Serie generale
n. 200 del 28 agosto 2012, poi successivamente modificato con decreto
rettorale n. 179 del 18 settembre 2015, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana - Serie generale n. 236 del 10
ottobre 2015;
Visto il decreto legislativo 14 marzo 2013 n. 33, poi modificato
dal decreto legislativo 25 maggio 2016 n. 97, che dispone il
«Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità,
trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche
amministrazioni»;
Richiamato il decreto rettorale n. 177 del 12 giugno 2013, con il
quale è stato modificato il regolamento d'ateneo per il reclutamento
dei ricercatori a tempo determinato presso l'Università degli studi
di Camerino, ai sensi dell'art. 24, comma 3, lettera a) della legge
n. 240/2010, ossia il decreto rettorale n. 70 del 13 febbraio 2012;
Richiamato il codice etico e di comportamento dell'Università
degli studi di Camerino emanato con decreto rettorale n. 16 del 3
febbraio 2015;
Visto il decreto ministeriale 30 ottobre 2015 n. 855, con il
quale sono stati ulteriormente rideterminati i macrosettori e i
settori concorsuali, di cui all'art. 15 della legge n. 240/2010,
precedentemente rideterminati con i D.D.M.M. 29 luglio 2011 n. 336 e
12 giugno 2012 n. 159;
Vista la legge 20 maggio 2016 n. 76, in materia di
«Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso
e disciplina delle convivenze (le cd. Unioni civili)»;
Richiamata la delibera del Consiglio della scuola di bioscienze e
medicina veterinaria n. 46 del 16 aprile 2018, con la quale il
Consiglio della stessa ha deliberato l'attivazione di una convenzione
con la ditta LABOR S.c.s. avente sede a Foggia, finalizzata
all'indizione di una procedura selettiva per un posto di ricercatore
universitario a tempo determinato, ai sensi dell'art. 24, comma 3,
lettera a) della legge n. 240/2010, in regime di tempo definito, nel
settore concorsuale 07/H2 «Patologia veterinaria e ispezione degli
alimenti di origine animale» e nel Settore scientifico-disciplinare
VET/04 «Ispezione degli alimenti di origine animale» - Titolo del
progetto: «Ricerca dei residui di farmaci veterinari negli alimenti e
tutela della salute pubblica»;
Richiamata la delibera del senato accademico n. 47 del 29 maggio
2018, con cui è stata esaminata, con esito favorevole, la proposta
di attivazione della suddetta convenzione, a seguito di parere
favorevole del Collegio dei revisori dei conti;
Richiamata la delibera del Consiglio di amministrazione n. 596
del 29 maggio 2018, con cui è stata autorizzata l'attivazione della
procedura selettiva sopra indicata, relativa ad un posto da
ricercatore a tempo determinato tipologia A), in regime di tempo
definito, sulla base della convenzione con la ditta LABOR;
Considerato che la convenzione sottoscritta da UNICAM con la
ditta LABOR ha la durata di 3 anni, eventualmente prorogabile di
altri 2 anni, previo accordo tra le parti;
Considerato che tale posto da ricercatore, a tempo definito,
viene totalmente finanziato dalla ditta LABOR con i fondi pattuiti
nella convenzione stessa;
Richiamato il decreto rettorale prot. n. 14575 del 7 settembre
2018, con il quale è stata bandita la procedura di selezione
pubblica per la copertura di un posto di ricercatore a tempo
determinato, ai sensi dell'art. 24, comma 3, lettera a) della legge
30 dicembre 2010 n. 240, per il settore concorsuale 07/H2 «Patologia
veterinaria e ispezione degli alimenti di origine animale» e per il
Settore scientifico-disciplinare VET/04 «Ispezione degli alimenti di
origine animale»;
Visto l'avviso del bando pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» n.
77 del 28 settembre 2018;
Considerato che il numero dei candidati in tale procedura è
inferiore a 6 unità, per cui non si dovrà procedere alla cd. «short
list»;
Richiamata la delibera del Consiglio della Scuola di bioscienze e
medicina veterinaria n. 52 del 21 novembre 2018, con la quale è
stato nominato il membro designato ed è stata approvata la lista
composta da dieci nominativi di professori ordinari, come previsto
dall'art. 3 del regolamento per il reclutamento dei ricercatori
universitari a tempo determinato lettera a) e dagli articoli 6 e 7
del bando;
Richiamato il disposto n. 35 del 25 luglio 2012, con il quale
sono stati nominati i funzionari incaricati di effettuare i sorteggi
dei componenti delle commissioni giudicatrici delle procedure
selettive relative a posti da ricercatore a tempo determinato;
Considerato quanto riportato nel verbale del 29 novembre 2018, da
cui risulta che sono stati sorteggiati come commissari effettivi due
professori ordinari, precisamente nell'ordine i prof.ri Colavita
Giampaolo e Pagliuca Giampiero, e come commissari supplenti tre
professori ordinari, precisamente nell'ordine i prof.ri Ianieri
Adriana, Manfreda Gerardo e Anastasio Aniello;

Decreta:

È costituita la commissione giudicatrice per la valutazione
finale della procedura di selezione pubblica per un posto di
ricercatore universitario a tempo determinato, ai sensi dell'art. 24,
comma 3, lettera a) della legge 30 dicembre 2010 n. 240, in regime di
tempo definito, per la scuola, per il settore concorsuale e per il
Settore scientifico-disciplinare di seguito indicati:
Scuola di bioscienze e medicina veterinaria.
Titolo del progetto di ricerca: «Ricerca dei residui di farmaci
veterinari negli alimenti e tutela della salute pubblica» - settore
concorsuale: 07/H2 «Patologia veterinaria e ispezione degli alimenti
di origine animale» - Settore scientifico-disciplinare: VET/04
«Ispezione degli alimenti di origine animale».
Prof. Stefano Rea: professore ordinario presso la scuola di
bioscienze e medicina veterinaria - Settore scientifico-disciplinare
VET/04 (membro designato) Università degli studi di Camerino.
Prof. Giampaolo Colavita: professore ordinario presso il Dip.to
di medicina e di scienze della salute «Vincenzo Tiberio» - Settore
scientifico-disciplinare VET/04 Università degli studi del Molise.
Prof. Giampiero Pagliuca: professore ordinario presso il Dip.to
di scienze mediche veterinarie - Settore scientifico-disciplinare
VET/04 Università degli studi di Bologna.
Il presente decreto rettorale sarà inviato al Ministero della
giustizia, per la relativa pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami».
Dalla data di pubblicazione decorrerà il termine perentorio di
trenta giorni, previsto per la presentazione al Rettore di eventuali
istanze di ricusazione dei commissari.
Decorso tale termine, la commissione giudicatrice inizierà i
lavori, previa convocazione.

Camerino, 3 dicembre 2018

Il rettore: Pettinari

Scrivi se hai dubbi, domande o chiarimenti del concorso

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *