Concorso Ministero Della Difesa

Modifica dei concorsi, per titoli ed esami, per il reclutamento di sessantuno ufficiali in servizio permanente nel ruolo speciale dei Corpi di Stato Maggiore, Genio della Marina, Commissariato Militare Marittimo e delle Capitanerie di Porto - anno 2021.

Regione: Lazio
Provincia: Roma
Posti a Concorso: 61
Fonte: Gazzetta Ufficiale - "Concorsi ed esami" num. 57 del 20/07/2021
Scadenza Concorso: 00/00/0000

Bando Completo

IL VICE DIRETTORE GENERALE
per il personale militare

di concerto con

IL VICE COMANDANTE GENERALE
del corpo delle capitanerie di porto

Visto l'art. 16 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165,
concernente le funzioni dei dirigenti di uffici dirigenziali
generali;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010,
n. 90, recante «testo unico delle disposizioni regolamentari in
materia di Ordinamento militare», e successive modifiche e
integrazioni, e, in particolare, il titolo II del libro IV,
concernente norme per il reclutamento del personale militare;
Visto il decreto ministeriale 16 gennaio 2013 -registrato alla
Corte dei conti il 1° marzo 2013, registro n. 1, foglio n. 390 -
recante, tra l'altro, struttura ordinativa e competenze della
direzione generale per il personale militare;
Visto il decreto ministeriale 4 giugno 2014 recante la «Direttiva
tecnica riguardante i criteri per delineare il profilo sanitario dei
soggetti giudicati idonei al servizio militare»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 17 dicembre
2015, n. 207, recante «Regolamento in materia di parametri fisici per
l'ammissione ai concorsi per il reclutamento delle forze armate,
nelle Forze di Polizia a ordinamento militare e civile e nel Corpo
nazionale dei vigili del fuoco», a norma della legge 12 gennaio 2015,
n. 2;
Vista la direttiva tecnica, datata 9 febbraio 2016,
dell'Ispettorato generale della sanità militare, recante «modalità
tecniche per l'accertamento e la verifica dei parametri fisici»,
emanata ai sensi del precitato decreto del Presidente della
Repubblica 17 dicembre 2015, n. 207;
Visto il decreto ministeriale 18 ottobre 2018, recante, fra
l'altro, disposizioni per il reclutamento degli ufficiali in servizio
permanente dell'Esercito, della Marina militare e dell'Aeronautica
militare, emanato ai sensi dell'art. 647 del sopraindicato decreto
legislativo 15 marzo 2010, n. 66;
Visto il decreto interdirigenziale n. M_D GMIL REG2020 0462530
del 30 novembre 2020 con il quale è stato indetto un bando di
concorso per il reclutamento di complessivi 61 Guardiamarina dei
ruoli speciali dei vari corpi della Marina Militare, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 96 dell'11 dicembre
2020;
Vista la lettera dello Stato Maggiore della Marina n. M_D
MSTAT0050028 dell'11 giugno 2021 con la quale è stata chiesta una
variante al sopracitato decreto interdirigenziale ed in particolare
all' articolo 11 comma 7;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti n. 1279/2019 del 26
novembre 2019 con il quale all'Amm. Isp. (CP) Antonio Basile, quale
vice comandante generale del corpo delle capitanerie di porto, è
stata conferita, tra l'altro, la delega all'adozione di taluni atti
di gestione amministrativa in materia, tra le altre, di provvedimenti
modificativi del bando di concorso;
Visto il decreto dirigenziale n. M_D GMIL REG2021 0074136 del 17
febbraio 2021 ai sensi del quale con il quale al Gen. D. Lorenzo
Santella, è stata conferita, tra l'altro, la delega all'adozione di
taluni atti di gestione amministrativa in materia, tra le altre, di
provvedimenti modificativi del bando di concorso;

Decreta:

Il comma 7 dell'art. 11 del decreto interdirigenziale n. M_D GMIL
REG2020 0462530 del 30 novembre 2020, è cosi' modificato:
«7. Sulla scorta del vigente «Elenco delle imperfezioni e delle
infermità che sono causa di inidoneità al servizio militare» di cui
all'art. 582 del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo
2010, n. 90, e della vigente direttiva applicativa emanata con
decreto ministeriale 4 giugno 2014, la commissione di cui al
precedente art. 8 comma 1, lettera b) dovrà accertare il possesso
dei seguenti specifici requisiti:
a) apparato visivo: funzionalità visiva uguale o superiore a
16/10 e non inferiore a 7/10 nell'occhio che vede meno, raggiungibile
con correzione non superiore a 4 diottrie per la sola miopia, anche
in un solo occhio, e non superiore a 3 diottrie, anche in un solo
occhio, per gli altri vizi di refrazione. Campo visivo e motilità
oculare normali. Senso cromatico normale alle matassine colorate;
b) apparato uditivo, nei confronti dei soli concorrenti in
congedo: la funzionalità uditiva sarà saggiata con esame
audiometrico tonale liminare in camera silente. Potrà essere
tollerata una perdita uditiva bilaterale con P.P.T. compresa entro il
20%. I deficit neurosensoriali isolati sulle frequenze da 6000 a 8000
Hz saranno valutati secondo quanto previsto dalla predetta direttiva
tecnica emanata con decreto ministeriale 4 giugno 2014.».
Il presente decreto, sottoposto al controllo ai sensi della
normativa vigente, sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 1° luglio 2021

Il vice direttore generale
per il personale militare
Santella
Il vice comandante generale
del Corpo delle capitanerie di porto
Basile