Concorso Universita' Della Calabria Di Rende

Nomina della commissione giudicatrice della valutazione comparativa per la chiamata di un professore di prima fascia, per la facoltà di farmacia e scienze della nutrizione e della salute.

Regione: Calabria
Provincia: Reggio-calabria
Posti a Concorso: 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale - "Concorsi ed esami" num. 21 del 15/03/2022
Scadenza Concorso: 00/00/0000

Bando Completo

IL RETTORE

Visto il proprio decreto n. 1767 del 17 giugno 2008, il cui
avviso è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» n. 50 del 27 giugno
2008 - con il quale è indetta, tra le altre, la procedura di
valutazione comparativa a un posto di professore universitario di
ruolo di prima fascia per il settore scientifico-disciplinare «BIO/14
- Farmacologia», presso la facoltà di farmacia e scienze della
nutrizione e della salute dell'Università della Calabria;
Visto il proprio decreto n. 388 del 15 febbraio 2010, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª Serie
speciale «Concorsi ed esami» n. 19 del 9 marzo 2010 con il quale è
stata nominata la Commissione giudicatrice della valutazione
comparativa sopra menzionata;
Visto il proprio decreto n. 32 del 13 gennaio 2011, con il quale
si è proceduto all'approvazione degli atti relativi alla succitata
valutazione comparativa;
Visto il proprio decreto n. 95 del 19 gennaio 2012, con cui, a
seguito di sentenza Tribunale amministrativo regionale Calabria, sede
di Catanzaro, sez. II, n. 1553/2011, è stato annullato il sopra
citato d.r. n. 32 del 13 gennaio 2011;
Vista la sentenza del Tribunale amministrativo regionale
Calabria, sede Catanzaro, sez. II, n. 656/12 del 22 giugno 2012,
emessa in sede di ottemperanza con riferimento alla già citata
sentenza del medesimo TAR, sez. II, n. 1553/11;
Vista la sentenza del Consiglio di Stato, in sede giurisdizionale
(Sezione sesta), n. 05407/2012REG.PROV.COLL., con cui viene respinto
l'appello dei professori Silvano Gabriele Cella e Luigi Antonio
Morrone contro la suddetta sentenza Tribunale amministrativo
regionale n. 656/12;
Visto l'atto di insediamento del 21 settembre 2012, con il quale
il dott. Alberto Grassia, viceprefetto aggiunto, si è insediato,
quale Commissario «ad acta» delegato dal Prefetto di Cosenza con
decreto n. 33228/13.4/Gab, ai fini dell'adempimento di cui alla
decisione del Tribunale amministrativo regionale della Calabria n.
656/12;
Visto il decreto del Commissario ad acta n. 1 del 10 dicembre
2012, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana -
4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» n. 1 del 4 gennaio 2013, con
il quale è stata nominata la nuova Commissione giudicatrice per la
valutazione comparativa ad un posto di professore universitario di
ruolo di prima fascia per il settore scientifico-disciplinare
«BIO/14 - Farmacologia», presso la facoltà di farmacia e scienze
della nutrizione e della salute dell'Università della Calabria;
Visto il decreto del Commissario ad acta n. 4 dell'11 marzo 2013,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª
Serie speciale «Concorsi ed esami» n. 25 del 29 marzo 2013, relativo
alla nomina del prof. Liberato Berrino - Ordinario presso la seconda
Università degli studi di Napoli, Dipartimento di medicina
sperimentale - membro sorteggiato - in sostituzione della prof.ssa
Adriana Caterina Maggi, già nominata componente della succitata
Commissione con il citato decreto del Commissario ad acta n. 1 del 10
dicembre 2012;
Vista la nota, acquisita al protocollo generale d'Ateneo con n.
28333 del 16 settembre 2013, a firma del prof. Liberato Berrino,
Presidente della Commissione giudicatrice, con la quale, in
considerazione della ormai prossima scadenza del termine per la
conclusione dei lavori - fissata al 29 settembre 2013 - e per
l'impossibilità della predetta Commissione a riunirsi entro tale
data, è stata richiesta la proroga del predetto termine di quattro
mesi, per come previsto dalla normativa;
Vista la nota prot. n. 29434 del 25 settembre 2013, con la quale
il rettore dell'Università della Calabria ha concesso la richiesta
proroga;
Vista la nota, acquisita al protocollo generale d'Ateneo con n.
1885 del 20 gennaio 2014, a firma del prof. Liberato Berrino,
Presidente della Commissione giudicatrice, con la quale, a causa
della indisponibilità del medesimo nonchè della componente prof.ssa
Angela Santagostino a riunirsi, è stata richiesta una ulteriore
proroga del termine per il completamento dei lavori;
Vista la nota rettorale prot. n. 2842 del 27 gennaio 2014, con la
quale è stato comunicato alla Commissione giudicatrice che, ai sensi
del decreto del Presidente della Repubblica n. 117/2000, è inibita
la possibilità di prorogare ulteriormente il termine per la
conclusione dei lavori;
Visto il proprio decreto n. 302 del 19 febbraio 2014, con il
quale la predetta Commissione giudicatrice è stata temporaneamente
sospesa in attesa della individuazione, mediante sorteggio del MIUR,
dei componenti da nominare quali sostituti della prof.ssa Angela
Santagostino e del prof. Liberato Berrino;
Visti i risultati delle operazioni di sorteggio, poste in essere
dagli uffici ministeriali, per la sostituzione dei membri
dimissionari e rinunciatari delle commissioni, svoltesi il 10 giugno
2014;
Visto il proprio decreto n. 1231 del 26 giugno pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale
«Concorsi ed esami» n. 54 dell'11 luglio 2014, relativo alla nomina
dei professori Marco Trabucchi, ordinario presso l'Università degli
studi di Roma «Tor Vergata», Dipartimento di medicina dei sistemi, ed
Elisabetta Cerbai, ordinario presso l'Università degli studi di
Firenze, Dipartimento di neuroscienze, psicologia, area del farmaco e
salute del bambino (Neurofarba), in qualità di membri sorteggiati,
in sostituzione dei professori Santagostino e Berrino;
Vista la nota rettorale prot. n. 26342 del 27 agosto 2014, di
notifica a tutti componenti la Commissione giudicatrice del succitato
decreto rettorale n. 1231/2014;
Vista la nota rettorale prot. n. 28903 del 24 settembre 2014, con
la quale i predetti Commissari sono stati invitati «a voler
proseguire i lavori avviati dalla precedente Commissione
giudicatrice», avendo «cura di formalizzare, in sede di stesura del
primo verbale, la piena presa visione di tutta la documentazione
concorsuale prodotta dai precedenti Commissari», prima di continuare
nell'attività valutativa;
Considerato che, l'art. 9 del decreto rettorale n. 1767 del 17
giugno 2008, di indizione della procedura di valutazione comparativa
in questione, testualmente recita «Le Commissioni giudicatrici devono
concludere la procedura di valutazione comparativa entro sei mesi
dalla data di pubblicazione del decreto rettorale di nomina. Il
rettore può prorogare, per una sola volta e per non più di quattro
mesi, il termine per la conclusione della procedura per comprovati ed
eccezionali motivi segnalati dal Presidente della Commissione. Nel
caso in cui i lavori non si siano conclusi entro la proroga, il
rettore, con provvedimento motivato, avvia le procedure per la
sostituzione della Commissione ovvero dei componenti cui siano
imputabili le cause del ritardo...»;
Vista la nota rettorale prot. n. 33216 del 29 ottobre 2014, con
la quale, a seguito di richiesta del membro designato della
Commissione giudicatrice, prof. Gianfranco Maria Luigi Di Renzo, la
medesima Commissione è stata autorizzata a svolgere, in via
telematica, la riunione nella quale individuare il Presidente e il
segretario della medesima, nonchè esplicitare la dichiarazione di
insussistenza di situazioni di incompatibilità ai sensi degli
articoli 51 e 52 c.p.c., anche al fine di agevolare la prosecuzione
dei lavori concorsuali;
Vista la nota, acquisita al protocollo generale d'Ateneo con n.
380 del 9 gennaio 2015, a firma del prof. Gianfranco Maria Luigi Di
Renzo, nel frattempo nominato Presidente della Commissione
giudicatrice, con la quale, in considerazione della ormai prossima
scadenza del termine per la conclusione dei lavori, fissata all'11
gennaio 2015, e per l'impossibilità della Commissione giudicatrice a
terminarli entro la predetta data, è stata richiesta la proroga di
quattro mesi;
Visto il proprio decreto n. 338 del 3 marzo 2015, con il quale la
predetta Commissione giudicatrice è stata dichiarata decaduta,
poichè i motivi a sostegno della succitata richiesta di proroga sono
risultati di ordine generico e, inoltre, sono mancate le condizioni,
esplicitamente richieste dalla normativa, delle comprovate ed
eccezionali motivazioni;
Vista la nota prot. n. 5964 del 9 marzo 2015, con la quale alla
Commissione giudicatrice è stato comunicato il mancato accoglimento
della richiesta di proroga del termine per la conclusione dei lavori
concorsuali, con contestuale trasmissione del succitato dr n. 338 del
3 marzo 2015;
Viste le note rettorali prot. n. 23608 del 30 settembre 2015, n.
9099 del 1° aprile 2016 e n. 14541 del 26 maggio 2016, con le quali,
anche su sollecitazioni del MIUR, è stato richiesto al Dipartimento
interessato di segnalare il membro designato, al fine di poter
attivare le opportune azioni per procedere alla costituzione della
nuova Commissione giudicatrice;
Viste le delibere del Dipartimento di farmacia e scienze della
salute e della nutrizione, sedute del 31 maggio 2016 e del 18 luglio
2016, relative al nominativo del nuovo membro designato;
Visti i risultati delle operazioni di sorteggio supplenti, poste
in essere dagli uffici ministeriali, per la sostituzione dei membri
delle commissioni, svoltesi il 16 giugno 2016;
Visto il proprio decreto n. 859 del 18 luglio 2016, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» n.
72 del 9 settembre 2016, con il quale è stata nominata la nuova
Commissione giudicatrice della valutazione comparativa de qua, nella
seguente composizione prof. Puccetti Paolo - Ordinario presso
l'Università degli studi di Perugia, Dipartimento di medicina
sperimentale - membro designato, prof. Folco Giancarlo - già
ordinario presso la facoltà di farmacia dell'Università degli studi
di Milano - membro sorteggiato, prof.ssa Miogliorati Graziella -
Ordinario presso l'Università degli studi di Perugia, Dipartimento
di medicina - membro sorteggiato, prof. Clementi Emilio Giuseppe
Ignazio - Ordinario presso l'Università degli studi di Milano,
Dipartimento di scienze biomediche e cliniche «L. Sacco» - membro
sorteggiato, prof. Steardo Luca - Ordinario presso l'Università di
Roma «La Sapienza», Dipartimento di fisiologia e farmacologia
«Vittorio Erspamer» - membro sorteggiato;
Vista la nota, acquisita al protocollo generale d'Ateneo con n.
3557 del 21 febbraio 2017, a firma del prof. Paolo Puccetti, membro
designato della Commissione giudicatrice, con la quale, in
considerazione della ormai prossima scadenza del termine per la
conclusione dei lavori - fissata al 9 marzo 2017 - e delle
motivazioni ivi rappresentate relative all'impossibilità per la
predetta Commissione a riunirsi entro tale data, è stata richiesta
la proroga del predetto termine, per come previsto dalla normativa;
Vista la nota prot. n. 4750 del 7 marzo 2017, con la quale il
rettore dell'Università della Calabria ha concesso la richiesta
proroga per un periodo di quattro mesi, fissando, pertanto, il nuovo
termine al 9 luglio 2017;
Vista la nota, acquisita al protocollo generale d'Ateneo con n.
16034 del 10 luglio 2017, con la quale il prof. Giancarlo Folco, in
qualità di Presidente e a nome della Commissione giudicatrice, ha
comunicato che la riunione programmata per il 30 giugno 2017 non ha
potuto avere luogo;
Considerato che la Commissione giudicatrice non ha concluso i
lavori entro il predetto termine del 9 luglio 2017;
Visto il proprio decreto n. 284 del 19 febbraio 2018, con il
quale la predetta Commissione giudicatrice è stata dichiarata
decaduta, non avendo concluso i lavori entro la proroga;
Viste le comunicazioni con le quali, anche su sollecitazioni del
MIUR, è stato richiesto al Dipartimento interessato di segnalare il
membro designato, al fine di poter attivare le opportune azioni per
procedere alla costituzione della nuova Commissione giudicatrice;
Vista la delibera del Dipartimento interessato, acquisita al
protocollo n. 17431 del 3 agosto 2020, con la quale è stato
individuato il nuovo membro designato;
Visti i risultati delle operazioni di sorteggio, poste in essere
dagli uffici ministeriali, svoltesi il 16 dicembre 2020;
Preso atto dell'indisponibilità della prof.ssa Rosa Carnuccio,
già ordinario presso l'Università degli studi di Napoli «Federico
II» - membro sorteggiato nelle suddette operazioni, e comunicata agli
uffici ministeriali;
Visti i risultati delle operazioni suppletive di sorteggio, poste
in essere dagli uffici ministeriali, per la sostituzione dei membri
dimissionari e rinunciatari delle commissioni, svoltesi il 24
settembre 2021, con l'estrazione della prof.ssa Maria Rosaria
Carratù, già ordinario presso l'Università degli studi di Bari
Aldo Moro, Dipartimento di scienze biomediche ed oncologia Umana, in
sostituzione della prof.ssa Rosa Carnuccio;
Considerato, infine, che il dirigente della Direzione risorse
umane, dott. Roberto Elmo, ha rilasciato parere di regolarità
tecnico amministrativa mediante approvazione del presente
provvedimento;

Decreta:


Art. 1


Per i motivi espressi nelle premesse, che di seguito si intendono
integralmente richiamati, la Commissione giudicatrice per la
valutazione comparativa bandita nella prima sessione 2008 relativa
alla copertura di un posto di professore universitario di ruolo di
prima fascia per il settore scientifico-disciplinare «BIO/14 -
Farmacologia», presso la facoltà di farmacia e scienze della
nutrizione e della salute dell'Università della Calabria, è cosi'
composta:
prof.ssa Scorziello Antonella - Ordinario presso l'Università
degli studi di Napoli Federico II, Dipartimento di neuroscienze e
scienze riproduttive ed odontostomatologiche - membro designato;
prof. Pinto Aldo - Ordinario presso l'Università degli studi
di Salerno, Dipartimento di farmacia - membro sorteggiato;
prof. Spina Edoardo - Ordinario presso l'Università degli
studi di Messina, Dipartimento di medicina clinica e sperimentale -
membro sorteggiato;
prof.ssa Saija Antonina - Ordinario presso l'Università degli
studi di Messina, Dipartimento di scienze chimiche, biologiche,
farmaceutiche e ambientali - membro sorteggiato;
prof.ssa Carratù Maria Rosaria - già ordinario presso
l'Università degli studi di Bari Aldo Moro, Dipartimento di scienze
biomediche ed oncologia umana - membro sorteggiato;