Concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di 15 posti di orchestrale presso la banda musicale dell'Arma dei Carabinieri.

Regione: Lazio
Provincia: Roma
Posti a Concorso: 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale - "Concorsi ed esami" num. 44 del 03/06/2016
Scadenza Concorso: 04/07/2016

Bando Completo

IL DIRETTORE GENERALE

Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, recante «Nuove norme in
materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai
documenti amministrativi» e successive modifiche e integrazioni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990,
n. 309, recante «Testo unico delle leggi in materia di disciplina
degli stupefacenti e delle sostanze psicotrope, prevenzione, cura e
riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza» e successive
modifiche e integrazioni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994,
n. 487, recante «Norme sull'accesso agli impieghi nelle pubbliche
amministrazioni e le modalità di svolgimento dei concorsi, dei
concorsi unici e delle altre forme di assunzione nei pubblici
impieghi» e successive modifiche e integrazioni;
Vista la legge 16 giugno 1998, n. 191 recante modifiche alla
legge 15 maggio 1997, n. 127, concernente misure urgenti per lo
snellimento dell'attività amministrativa e dei procedimenti di
decisione e di controllo e successive modifiche e integrazioni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre
2000, n. 445, recante «Testo unico delle disposizioni legislative e
regolamentari in materia di documentazione amministrativa» e
successive modifiche e integrazioni;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante
«Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche» e successive modifiche e integrazioni, in
particolare l'art. 3, comma 1 laddove è previsto che il personale
militare e delle Forze di Polizia rimanga disciplinato dai rispettivi
ordinamenti;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre
2002, n. 313, recante «Testo unico delle disposizioni legislative e
regolamentari in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle
sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei relativi carichi
pendenti»;
Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, recante
«Codice in materia di protezione dei dati personali» e successive
modifiche e integrazioni;
Visto il decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, recante «Codice
dell'amministrazione digitale» e successive modifiche e integrazioni;
Visto il decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198, recante
«Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell'art. 6
della legge 28 novembre 2005, n. 246» e successive modifiche e
integrazioni;
Visto l'art. 66, comma 10, del decreto-legge 25 giungo 2008, n.
112, convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n. 133,
il quale richiama, ai soli fini dell'autorizzazione ad assumere, la
procedura prevista dall'art. 35, comma 4, del decreto legislativo 30
marzo 2001, 165 e successive modifiche, previa richiesta delle
amministrazioni interessate, corredata da analitica dimostrazione
delle cessazioni avvenute nell'anno precedente e delle conseguenti
economie e dall'individuazione delle unità da assumere e dei
correlati oneri, asseverate dai relativi organi di controllo;
Visto il decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, recante
«Codice dell'Ordinamento militare» e successive modifiche e
integrazioni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010,
n. 90, recante «Testo unico delle disposizioni regolamentari in
materia di Ordinamento militare» e successive modifiche e
integrazioni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 5 dicembre 2014
- registrato alla Corte dei conti il 19 dicembre 2014, al foglio n.
2512 - concernente la sua nomina a direttore generale per il
personale militare;
Visto il decreto ministeriale 16 gennaio 2013 - registrato alla
Corte dei conti il 1° marzo 2013, registro n. 1, foglio n. 390 -
recante, tra l'altro, struttura ordinativa e competenze della
direzione generale per il personale militare;
Vista la legge 12 luglio 2010, n. 109, recante «Disposizioni per
l'ammissione dei soggetti fabici nelle Forze armate e di Polizia»;
Visto il decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito con
modificazioni dalla legge 4 aprile 2012, n. 35 e, in particolare,
l'art. 8, concernente l'invio, esclusivamente per via telematica,
delle domande per la partecipazione a selezioni e concorsi per
l'assunzione nelle pubbliche amministrazioni centrali;
Visto il decreto ministeriale 4 giugno 2014, recante
l'approvazione della direttiva tecnica riguardante l'accertamento
delle imperfezioni e infermità che sono causa di non idoneità al
servizio militare e della direttiva tecnica riguardante i criteri per
delineare il profilo sanitario dei soggetti giudicati idonei al
servizio militare;
Vista la legge 12 gennaio 2015, n. 2, recante «Modifica all'art.
635 del codice dell'ordinamento militare, di cui al decreto
legislativo 15 marzo 2010, n. 66 e, altre disposizioni in materia di
parametri fisici per l'ammissione ai concorsi per il reclutamento
nelle Forze Armate, nelle Forze di Polizia e nel Corpo dei vigili del
fuoco»;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 17 dicembre
2015, n. 207, recante il Regolamento in materia di parametri fisici
per l'ammissione ai concorsi per il reclutamento nelle Forze armate,
nelle Forze di polizia a Ordinamento militare e civile e nel Corpo
nazionale dei Vigili del fuoco, emanato in attuazione della legge 12
gennaio 2015, n. 2;
Vista la direttiva tecnica edizione 2016 dell'Ispettorato
generale della sanità militare, recante «Modalità tecniche per
l'accertamento e la verifica dei parametri fisici», emanata ai sensi
del precitato decreto del Presidente della Repubblica 17 dicembre
2015, n. 207;
Vista la legge del 28 dicembre 2015, n. 208, recante
«Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale
dello Stato (Legge di stabilità 2016);
Visto il regolamento interno della Scuola Marescialli e
Brigadieri dei Carabinieri, approvato con decreto dirigenziale del
Comandante generale dell'Arma dei carabinieri in data 22 agosto 2012
e successive modifiche e integrazioni;
Considerata la specialità della disciplina complessiva in ordine
al personale militare, desumibile dal combinato disposto dell'art.
625, comma 1, del citato decreto legislativo n. 66 del 2010, recante
«Rapporti con l'ordinamento generale del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche e altri ordinamenti speciali», dell'art.
19, comma 1, della legge 4 novembre 2010, n. 183, recante
«Specificità delle Forze armate, delle Forze di Polizia e del Corpo
nazionale dei Vigili del fuoco», dell'art. 51, comma 8, ultimo
periodo, della legge 23 dicembre 2000, n. 388, recante
«Programmazione delle assunzioni e norme interpretative» e dell'art.
3, comma 1, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante
«Personale in regime di diritto pubblico»;
Considerato, inoltre, che la specialità sopra descritta si
giustifica alla luce della peculiarità dello status e delle funzioni
svolte dal personale militare, per il reclutamento del quale, di
conseguenza, il citato decreto legislativo n. 66/2010 ha cura di
prevedere, tra gli altri, il possesso di specifici requisiti legati
all'età, all'efficienza fisica e al profilo psico-attitudinale
(articoli 635, 646, 672, 682, 684, 697 e 700);
Tenuto conto che la pianificazione pluriennale dei reclutamenti
in questione e quella annuale degli avanzamenti in carriera di cui
agli articoli 634. 682, 760 e 1047 del citato decreto legislativo n.
66/2010 presuppongono la indefettibile cadenza periodica dei concorsi
di cui trattasi, alla luce della necessità di non precludere la
partecipazione al concorso a quanti abbiano progressivamente maturato
e attualmente mantenuto i necessari requisiti, connotati dalla
specificità quale sopra descritta;
Vista la nota M_D SSMD REG 2016 0055324 del 19 aprile 2016 con
cui lo Stato Maggiore della Difesa ha rilasciato il prescritto «nulla
osta» all'emanazione del bando di concorso per 15 orchestrali del
ruolo musicisti dell'Arma dei carabinieri;
Vista la lettera n. 124/1-10-2015 del 4 maggio 2016 con cui il
Comando generale dell'Arma dei carabinieri ha trasmesso gli elementi
di programmazione del concorso di orchestrali del ruolo musicisti
dell'Arma dei carabinieri;
Ravvisata la necessità d'indire un concorso pubblico, per titoli
ed esami, per il ripianamento dei posti da orchestrale presso la
banda musicale dell'Arma dei carabinieri;
Ravvisata l'opportunità, per motivi di economicità e di
speditezza dell'azione amministrativa, di prevedere la possibilità
di effettuare una prova preliminare a cui sottoporre i candidati,
qualora il numero delle domande fosse elevato;

Decreta:


Art. 1


Posti a concorso


1. È indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, a 15
posti di orchestrale presso la banda musicale dei Carabinieri, cosi'
suddivisi:
a) un posto di Maresciallo aiutante per 1° clarinetto soprano in
Sib n. 1 (1^ parte «A»);
b) due posti di Maresciallo capo, uno per ciascuno dei seguenti
strumenti (2^ parte A):
1) 2° Flicorno tenore in Sib;
2) Flicorno basso Grave in Fa;
c) quattro posti di Maresciallo capo, uno per ciascuno dei
seguenti strumenti (2^ parte B):
1) 2° Flauto (obbligo dell'Ottavino);
2) 1° Clarinetto soprano in Sib n. 7;
3) 1° Contrabasso ad Ancia;
4) 2° Trombone tenore;
d) tre posti di Maresciallo ordinario, uno per ciascuno dei
seguenti strumenti (3^ parte A)
1) 1° Clarinetto soprano in Sib n. 9;
2) 2° Clarinetto soprano in Sib n. 5;
3) Flicorno basso grave in Mib;
e) cinque posti di Maresciallo ordinario, uno per ciascuno dei
seguenti strumenti (3^ parte B):
1) 2° Clarinetto soprano in Sib n. 11;
2) 2° Saxofono baritono in Mib;
3) 2° Contrabasso ad Ancia;
4) 5° Corno (FA-Sib);
5) 3° Flicorno contrabbasso in Sib.
2. Resta impregiudicata per l'Amministrazione della Difesa la
facoltà, esercitabile in qualunque momento, di revocare o annullare
il presente bando di concorso, di sospendere o rinviare le prove
concorsuali, di modificare il numero dei posti, di sospendere
l'ammissione al corso di formazione per i vincitori, in ragione di
esigenze attualmente non valutabili nè prevedibili, nonchè in
applicazione di disposizioni di contenimento della spesa pubblica che
impedissero, in tutto o in parte, assunzioni di personale. In tal
caso, l'Amministrazione della Difesa provvederà a darne formale
comunicazione mediante avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, 4ª
serie speciale.