Bando completo del Modifica bando concorso per 251 allievi marescialli nelle forze armate

Modifica bando concorso per 251 allievi marescialli nelle forze armate

Modifica del decreto 9 febbraio 2018 di indizione del concorso pubblico, per titoli ed esami, per l'ammissione al 21° corso biennale (2018-2020) di complessivi duecentocinquantuno allievi marescialli delle Forze armate e contestuale riapertura dei termini.

Ente: MINISTERO DELLA DIFESA
Posti a Concorso: 251
Fonte: Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4° Serie speciale "Concorsi ed esami" num. 26 del 30/03/2018
Scadenza Concorso: 30/03/2018

IL VICE DIRETTORE GENERALE

di concerto con

IL VICE COMANDANTE GENERALE
DEL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO

Visto il decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, recante
«Codice dell'ordinamento militare» e successive modifiche e
integrazioni, in particolare, il Titolo II del Libro IV, concernente
norme per il reclutamento del personale militare;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010,
n. 90, recante «Testo unico delle disposizioni regolamentari in
materia di ordinamento militare» e successive modifiche e
integrazioni, in particolare, il Titolo II del Libro IV, concernente
norme per il reclutamento del personale militare;
Visto il decreto interdirigenziale n. 34/1D, emanato dalla
direzione generale per il Personale Militare di concerto con il
Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di Porto il 9
febbraio 2018 e successive modifiche con il quale è stato indetto il
concorso pubblico, per titoli ed esami, per l'ammissione al 21° corso
biennale (2018 - 2020) di complessivi duecentocinquantuno Allievi
Marescialli delle Forze Armate, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale -
4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» - n. 15 del 20 febbraio 2018;
Ravvisata la necessità di rettificare il bando di concorso,
nella parte in cui prevede, anche per il personale in congedo, i
requisiti speciali di partecipazione di cui all'art. 682, comma 4,
lettera b) del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66;
Visto l'art. 1 del decreto dirigenziale n. 281 emanato dalla
direzione generale per il Personale Militare il 9 febbraio 2017 e
successive modifiche, con cui al dirigente dott.ssa Montemagno
Gabriella, quale vice direttore generale per il Personale Militare,
è attribuita la delega all'adozione di taluni atti di gestione
amministrativa in materia di reclutamento del personale delle Forze
Armate e dell'Arma dei Carabinieri, tra cui i provvedimenti
modificativi dei bandi di concorso;
Visto l'art. 1 del decreto dirigenziale n. 156/2018 emanato dal
Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto il 16 febbraio
2018, con cui all'Ammiraglio Ispettore (CP) Basile Antonio, quale
vice Comandante generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, è
attribuita la delega all'adozione, di concerto con Autorità di pari
rango della direzione generale per il Personale Militare, di taluni
atti di gestione amministrativa in materia di reclutamento del
personale militare, tra cui i provvedimenti modificativi e
integrativi dei bandi di concorso;

Decreta:

Art. 1

I requisiti di partecipazione previsti dall'art. 2, comma 2 del
bando di concorso, indetto con il decreto interdirigenziale n. 34/1D
emanato dalla direzione generale per il Personale Militare di
concerto con il Comando generale delle Capitanerie di Porto il 9
febbraio 2018, non si applicano al personale in congedo. Pertanto,
l'articolo in questione è modificato come di seguito riportato:
«...
2. I militari in servizio per partecipare al concorso, oltre a
possedere i requisiti indicati al precedente comma 1, devono:
a) non aver superato il giorno di compimento del 28° anno di
età;
b) non aver riportato sanzioni disciplinari più gravi della
consegna nell'ultimo biennio o nel periodo di servizio prestato se
inferiore a due anni;
c) non aver riportato sanzioni disciplinari di stato
nell'ultimo quinquennio o nel periodo di servizio prestato se
inferiore a cinque anni;
d) essere in possesso della qualifica non inferiore a
"superiore alla media" o giudizio corrispondente nell'ultimo biennio
o nel periodo di servizio prestato se inferiore a due anni.
...».

Scrivi se hai dubbi, domande o chiarimenti del concorso

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *